Come prevenire la caduta dei capelli

I capelli sono da sempre un ottimo biglietto da visita, soprattutto quando sono belli, sani e fluenti; ancora oggi, come in passato, sono lo specchio della personalità, della forza di chi li sfoggia. Proprio per questo, la caduta dei capelli allarma ma spesso per porvi rimedio non serve un miracolo. L’importante è conoscere i propri capelli, adottare uno stile di vita più sano e mettere in atto alcuni accorgimenti che si riveleranno davvero preziosi.

La cura dei capelli

La cura dei capelli ha origini molto antiche, basti pensare all’Antico Egitto e alle tombe dei faraoni, nelle quali sono stati ritrovati preparati legati proprio all’igiene dei capelli.
Nel Medioevo i capelli erano considerati una prosecuzione dell’anima, tanto è vero che quelli tagliati o caduti erano subito bruciati per paura del malocchio; l’austerità dell’epoca si riversava anche sulle semplici acconciature, a differenza del Rinascimento dove le dame di corte facevano a gara nel sfoggiare le acconciature più stravaganti, in primis Maria Antonietta.

Eppure non tutti sono stati così fortunati in tema di capelli: l’imperatore Adriano, Ramses, Napoleone e persino Elisabetta I hanno sofferto di perdita di capelli ed erano pressoché calvi. Certamente le avranno provate tutte per arginare la caduta, seppure in passato i metodi fossero tutt’altro che ortodossi visto che si preparavano pozioni degne di una fattucchiera.

Occorre sapere che il capello visibile è in realtà il fusto mentre la sua parte più interna è il follicolo pilifero interno; quindi, quando ci sono molti bulbi allora la capigliatura sarà particolarmente folta.
Ognuno conta tra i 100 mila e i 140 mila capelli; quando ci si accorge che cadono approssimativamente più di 100 capelli al giorno per un periodo ininterrotto di un mese, allora occorre affrontare il problema. Al di sotto di questa soglia, infatti, la caduta dei capelli è un evento del tutto fisiologico; il ciclo del capello consta di una fase di crescita chiamata Anagen, di una di transizione nota come Catagen e infine della Telogen, ovvero il momento in cui il follicolo resta completamente inattivo e il capello cade.

La caduta dei capelli colpisce indistintamente le donne come gli uomini, gli anziani come i più giovani. Ti stupirà sapere che ben 1/3 degli adolescenti accusa una perdita di capelli che spesso causa forte disagio psicologico e difficoltà a relazionarsi con gli altri.

Le principali cause della caduta dei capelli

Tra le cause più comuni di caduta dei capelli ci sono lo stress e il cambio di stagione, entrambe situazioni passeggere che rendono il fenomeno assolutamente reversibile.
Avrai sentito parlare spesso di “periodo delle castagne”: l’autunno, soprattutto il mese di ottobre, segue un’estate in cui i capelli sono di regola molto strapazzati e subiscono, se non adeguatamente protetti, i danni del sole che causa l’aumento dei radicali liberi. In realtà però il capello è in salute alle alte temperature e quando arrivano i primi freddi, attraverso una sorta di periodo di adattamento che lo vede particolarmente fragile.

Oltre al cambio di stagione, allo stress, tra le cause più comuni della caduta dei capelli c’è la cura particolarmente aggressiva, dai lavaggi all’asciugatura fino ai trattamenti e ai prodotti utilizzati.
Non sottovalutare poi l’incidenza dei farmaci sullo stato di salute del capello e non solo quelli utilizzati nella chemioterapia, ma anche i semplici antibiotici possono incidere negativamente sulla chioma. Anche in questo caso però la caduta si arresterà non appena si sospende la somministrazione di questi farmaci. Stesso discorso vale per la presenza di determinate patologie che possono causare la perdita dei capelli, come ad esempio l’anemia, il diabete, la celiachia, stati infiammatori o problemi alla tiroide.

Un altro fattore scatenante la caduta è la dermatite seborroica, una fastidiosa patologia infiammatoria che comporta un’eccessiva produzione di sebo che finisce per ostruire i follicoli, causando forte prurito e a volte anche dolore. Ti accorgerai di soffrire di dermatite seborroica se avvertirai i capelli molto unti, se avrai prurito, arrossamenti e presenza anche di forfora.
Anche gli squilibri ormonali possono mettere a repentaglio la chioma; nella donna si verifica quando c’è forte carenza degli estrogeni (avviene in menopausa), mentre negli uomini si verifica quando viene prodotto l’ormone diidrotestosterone che danneggia moltissimo il cuoio capelluto.

Un’alimentazione contro la caduta dei capelli

Se stai assistendo ad un’importante caduta dei capelli, non legata a cause patologiche, comincia a curare l’alimentazione, riduci il consumo degli zuccheri raffinati che causano l’aumento della produzione dell’ormone dello stress e non fare mai mancare il ferro. Questo minerale è una delle principali componenti del capello e da lui dipende non solo l’ossigenazione di tutto l’organismo ma anche la robustezza del capello.

In una dieta equilibrata non deve poi mancare l’apporto delle vitamine A, del gruppo B, C, E (potente antiossidante) e H, essenziale quest’ultima per la produzione della cheratina. In particolare la vitamina C aiuta l’assorbimento del ferro, oltre a rafforzare quei capillari che portano i vari nutrienti ai capelli e a contribuire alla produzione di collagene. Anche la biotina mantiene i capelli forti e dunque non lesinare il consumo ad esempio di patate dolci, avena, cipolle, lievito di birra, albume d’uovo, noci, fegato e cereali integrali.

Sono poi importanti le proteine, fondamentali per l’assorbimemnto degli amminoacidi, e gli acidi grassi Omega 3 e 6 che ostacolano le alterazioni del cuoio capelluto garantendo capelli forti e nutriti: questi grassi sono contenuti negli oli vegetali, nella frutta secca e nei pesci come salmone, trota, tonno e sgombro.
In sostanza, se vuoi mantenere i tuoi capelli forti e ostacolarne la caduta, devi consumare molta carne, uova, noci e mandorle, verdure a foglia verde (soprattutto i broccoli) e i pomodori che, grazie al licopene, proteggono il fusto capillare.

Consigli e rimedi naturali contro la calvizie

Se ami i tuoi capelli e vuoi preservarne la bellezza il più a lungo possibile, devi ridurre l’uso del phon, di spazzole e bigodini termici: il calore, infatti, danneggia le proteine del capello, facendolo diventare fragile e più incline alla caduta.

Anche le tinte troppo frequenti e le decolorazioni danneggiano i capelli, così come le stirature/permanenti chimiche; in particolare questi trattamenti mutano la struttura naturale del capello, per farlo diventare liscio o riccio, seccandolo e facendolo apparire spento.
Non spazzolare i capelli troppo energicamente e quando sono bagnati (in questo caso opta per un pettine di legno a denti larghi); scegli spazzole con setole naturali e usale dolcemente con movimenti che partono dal basso fino alle punte.

Quando ti acconci i capelli, inoltre, non usare fermagli o elastici troppo stretti. Le pettinature come code di cavallo e trecce non fanno altro che stressare i capelli, per cui è meglio portarli il più possibile sciolti, in particolare quando dormi.

Scegli poi prodotti delicati ed evita l’utilizzo eccessivo di lacche o gel che deteriorano i capelli causandone la caduta; piuttosto usa del gel di aloe vera (utilizzabile anche come impacco pre-shampoo).
Per prevenire la caduta dei capelli, riattiva la circolazione sanguigna del cuoio capelluto massaggiandolo con oli essenziali; i più consigliati sono l’olio essenziale di menta piperita che favorisce la ricrescita, di rosmarino a favore di una maggiore ossigenazione, di limone e l’olio di cocco ricco di antiossidanti e vitamine E. Puoi fare un massaggio anche con l’estratto delle foglie di olivo ricche di polifenoli e con l’infuso di foglie di ortica, potente rimineralizzante che peraltro regolarizza la produzione di sebo e previene anche la comparsa della fastidiosa forfora.
Per prevenire la caduta puoi preparare anche delle maschere naturali ad esempio a base di polpa di avocado oppure di zenzero grattugiato con qualche goccia do olio di oliva, grazie alla quale si stimola il flusso sanguigno incrementando la crescita dei bulbi piliferi. Un ulteriore rimedio per la prevenzione e ricrescita dei capelli è senza dubbio foltina plus.