Come accelerare il metabolismo e perdere peso

Uno dei rimedi più efficaci per perdere peso è quello di accelerare il metabolismo. Se anche tu sei tra i tanti reduci di grandi abbuffate o negli ultimi tempi conduci uno stile di vita sedentario, che ti porta a fare i conti con dei chili in eccesso, in questa guida troverai dei consigli e delle soluzioni utili a questo problema.

I segreti per perdere peso ed accelerare il metabolismo

Mantenersi in forma e possedere una buona silhouette senza seguire delle diete drastiche è possibile. Ti stai chiedendo come? Semplice! Seguendo alcuni particolari accorgimenti, i quali non faranno altro che accelerare il tuo metabolismo e farti perdere peso. L’attività fisica, l’alimentazione corretta, alcuni particolari cibi detti brucia grassi, bere molta acqua e spuntini leggeri ma frequenti, in un numero non inferiore a cinque pasti giornalieri, ti aiuteranno in quella che avrebbe potuto sembrarti un’impresa, ma che in realtà non lo è affatto.

Come intraprendere la strada del dimagrimento

Iniziare un percorso per perdere peso non è sempre facile, tuttavia seguire alcune istruzioni potrebbe rendere il tutto meno complicato.

  • Alimentazione varia e bilanciata: il primo passo da compiere per migliorare le proprie funzioni è seguire un’alimentazione bilanciata, composta da cibi sempre diversi, facendo attenzione ad introdurre ad ogni pasto tutti i macronutrienti necessari quali carboidrati, proteine e grassi, senza eccedere nelle quantità e non dimenticando di assumere il giusto apporto quotidiano di fibre, nonché una dose d’acqua pari ad almeno due litri al giorno; risultando questi ultimi due elementi decisamente utili a favorire il normale transito intestinale così come la depurazione dell’organismo e del fegato.
  • Cibi sì e cibi no: è altresì consigliato favorire carni magre, pesce, legumi, cereali integrali, frutta secca e più in generale frutta, e ancora verdura e grassi di origine vegetale. Inutile dire come, al contrario, siano da evitare abusi di alimenti grassi ed eccessivamente glicemici come prodotti da forno quali panificati e dolciumi, oppure insaccati, fritti, cibi spazzatura o bibite gassate e bevande alcoliche.
  • Praticare sport: se poi, ad una dieta ben bilanciata, dedicherai di tanto in tanto anche una piccola porzione di tempo all’attività fisica, questo ti aiuterà ad incrementare il dispendio energetico giornaliero, creando una combo perfetta per la perdita dei chili in eccesso.
  • Non saltare i pasti: alcuni credono che saltare un pasto sia la soluzione migliore per smaltire i chili di troppo; un mito da sfatare, in quanto compiere questo tipo di azione porterà l’organismo a rallentare e a gonfiarsi. Per tale ragione, anche se sei ostico alla colazione è bene non evitarla, in quanto aiuterà il tuo metabolismo ad attivarsi e a non avvertire la fame nelle fasi successive della giornata, tendendo a compensare in modo sbagliato e con abusi di cibo le carenze avvertite.

Gli alimenti che accelerano il metabolismo

Con la premessa che già in presenza di tutte queste semplici ma efficaci accortezze, essendo costante potrai notare un cambiamento, osserviamo ora da vicino gli alimenti che più si prestano ad accelerare il metabolismo. Devi infatti sapere che tra questi possiamo trovare una lunga lista di cibi.

  • Mele e pere: risvegliano il metabolismo.
  • Avocado: ricco di fibre, di grassi vegetali e di vitamina K, regola le funzioni metaboliche e mantiene basso il livello degli zuccheri presente nel sangue.
  • Alcuni agrumi come ad esempio il pompelmo: la presenza di vitamina C controlla i livelli dell’insulina, nonché provvede allo smaltimento dei grassi in eccesso.
  • Spezie: in generale, come emerge da alcuni studi effettuati in campo alimentare, le spezie, e in particolare quelle piccanti come il peperoncino o il pepe nero, aiutano a bruciare una quantità di calorie superiore di mille unità rispetto alla norma.
  • Cannella: scatenando l’emissione di calore da parte dell’organismo, consente di eliminare il tessuto adiposo.
  • Aglio: aiuta a tenere sotto controllo sia i livelli di colesterolo presenti nel sangue, sia quelli dello zucchero.
  • Curcuma: stimola l’impiego e la trasformazione dei grassi accumulati nel fegato.
  • Cereali integrali: così come la quinoa, grazie ad un elevato apporto di fibre conferiscono un elevato senso di appagamento senza però generare picchi insulinici.
  • Minestre e zuppe: ogni qualvolta i cibi liquidi e solidi vengono associati in un’unica combinazione, la sazietà aumenta, favorendo un consumo minore di cibo e incrementando la funzione brucia grassi.
  • Latte intero: così come tutti gli alimenti estremamente ricchi di calcio, il latte intero consente di dimagrire del doppio rispetto alla norma.
  • Verdure a foglia: le verdure in foglie come ad esempio la lattuga e i broccoli sono ulteriori fonti di calcio e per tale motivo si comportano allo stesso modo del latte intero.
  • Alghe: così come accade con l’ananas, favoriscono la digestione e combattono la ritenzione idrica.
  • Semi di lino, di zucca e di girasole: ricchi di omega 3, contribuiscono al mantenimento del giusto ritmo metabolico.
  • Frutta secca: sia le mandorle, che le noci o ancora gli anacardi, possedendo anch’essi gli omega 3, combattono il rallentamento metabolico.
  • Alcuni tipi di pesce come quello azzurro, lo sgombro o il salmone: questi tipi di pesce si comportano come la frutta secca, i semi di lino, di zucca e di girasole.
  • Tè verde: si tratta di un’ottima bevanda per ridurre il colesterolo.
  • Cacao amaro dall’85% in su: sebbene contenga un numero ridotto di zuccheri, questo goloso alimento agisce a livello dei recettori della fame, conferendo una sensazione di sazietà.

Perché lo sport attiva il metabolismo

Praticare regolarmente attività fisica per almeno due o tre volte la settimana, seppur non a livelli agonistici, aiuta ad aumentare la massa magra a sfavore di quella grassa (vale a dire del tessuto adiposo in eccesso).

Come conseguenza dell’incremento della muscolatura, la quale solitamente costituisce dal 40% al 70% dell’intera corporatura, per nutrirla sufficientemente vengono consumate più calorie. Questa rappresenta in breve la motivazione principale per cui il movimento accelera il metabolismo.

Ora ti starai sicuramente chiedendo quali sono le attività che meglio si prestano a tale risultato e la risposta è alquanto semplice; sicuramente gli sport ad alta intensità, i quali richiedono un lavoro di tipo aerobico. La corsa all’aperto o sul tapis roulant, la pedalata in bicicletta o sulla cyclette, una nuotata in piscina o ancora un circuito di esercizi alternati che sfruttano un arco temporale che va dai 40 ai 60 minuti di allenamento, sono tutte attività che aiutano a perdere peso.

Ogni qualvolta infatti il corpo richiede una maggiore quantità di ossigeno ed energia, va ad attingere alle riserve di grasso, con conseguente perdita dei chili in eccesso a favore della massa magra. A tal proposito ti suggeriamo di cambiare di tanto in tanto la sequenza degli esercizi, nonché l’intensità, dal momento che il corpo tende ad abituarsi e non riceve più la stessa risposta; diminuendo così l’efficacia del lavoro svolto.

Perché è importante non eccedere

Ad ogni modo è importante ricordare di non eccedere con le limitazioni e i doveri, sia per quanto riguarda l’attività motoria, sia per quanto concerne il regime alimentare. A tal proposito, per consentire di portare avanti con successo uno stile nutrizionale ben calibrato, non bisogna accusare repressioni di alcun genere; si rischierebbe di sfociare in un improvviso abuso di alimenti sbagliati, atti a compensare le mancanze. Un dimagrimento equilibrato prevede una riduzione dei chili lenta e perciò più duratura rispetto alle diete solitamente propinate per perdere peso in poco tempo; a tal riguardo, un individuo non dovrebbe mai superare i 3 kg al mese.

Anche allenarsi eccessivamente potrebbe essere controproducente, in quanto, andando ad attingere alle riserve di grassi e carboidrati presenti sia nel tessuto adiposo che nei muscoli in maniera proporzionale al consumo energetico, in presenza di poche scorte o in mancanza di esse, potrebbe comportare un aumento smisurato del livello della fame.

In linea generale è possibile affermare che sia la perdita di peso, sia l’accelerazione del metabolismo dipendono dalle calorie consumate durante l’arco della giornata; motivo per il quale sia l’alimentazione che l’attività fisica giocano un ruolo oltremodo fondamentale.